uruknet.info
  اوروكنت.إنفو
     
    informazione dal medio oriente
    information from middle east
    المعلومات من الشرق الأوسط

[ home page] | [ tutte le notizie/all news ] | [ download banner] | [ ultimo aggiornamento/last update 02/02/2015 03:56 ] 10620


english italiano

  [ Subscribe our newsletter!   -   Iscriviti alla nostra newsletter! ]  




[10620]



Uruknet on Alexa


End Gaza Siege
End Gaza Siege

>

:: Segnala Uruknet agli amici. Clicka qui.
:: Invite your friends to Uruknet. Click here.




:: Segnalaci un articolo
:: Tell us of an article






“Storie e narrative contrastanti”: che razza di stupidaggine è questa? Ancora una volta, è guerra dialettica e di concetti!

Khalil NAKHLEH خليل نخلة, Tradotto da Daniela Filippin

11 febbraio 2010

Sono stati scritti numerosi libri e articoli condizionati dalla tesi che il motivo del prolungato e irrisolvibile conflitto fra Israele e Palestina, continuamente in un’impasse, è dovuto al fatto che vi siano due storie o narrative "contrastanti": quella degli ebrei e quella degli arabi in Palestina. Si è portati a leggere e ad interpretare in queste parole il concetto che "contrastanti" significhi che entrambi i racconti siano ugualmente validi ed abbiano la stessa legittimità. E che qualsiasi lettura e interpretazione alternativa, ogni tentativo di metterla in discussione, siano "soggettivi", "molto personali", "emotivi", "irrazionali", "non credibili", "non affidabili", e "storicamente inesatti". Tutto ciò è, a mio avviso, un’emerita stupidaggine.

Un simile approccio ignora i reali e autentici sviluppi storici, in stridente contrasto con quelli mitizzati, che continuano a delegittimare la presenza palestinese nelle terre della Palestina storica.

Prima dell’attacco colonialista e sionista della Palestina nel diciannovesimo secolo, non esistevano rivendicazioni su una presunta storia "contestata" del territorio. La storia locale era chiara, scritta nero su bianco. La popolazione indigena in Palestina era in buona parte costituita da arabi palestinesi (mussulmani e cristiani), oltre che da una piccola minoranza di ebrei palestinesi. Le maggioranze e minoranze co-esistevano e interagivano l’una con l’altra, come normalmente si farebbe in qualsiasi spazio aperto, attraverso il commercio, i rituali, le amicizie, ecc. Questo accadeva nell’intera regione sotto l’Impero Ottomano, dove tutti si percepivano essere parte integrante di quella storia palestinese e di quella geografia. Vivevano sotto un generico ombrello culturale prevalente, rispettando la specificità l’uno dell’altro. La contestazione non era diversa da quella che potrebbe aver luogo fra altri gruppi di persone, con interessi o classi sociali diverse, o attraverso la competizione che scaturisce dall’avere valori, tradizioni e lingue diverse, nel momento in cui si convive in un unico spazio fisico.

L’origine delle "storie contrastanti" coincide con l’imposizione di una nuova versione storica straniera dalle origini europee con dei nuovi miti. Quest’ultima giustifica il controllo sulla popolazione indigena araba palestinese, la loro alienazione ed espropriazione dalla loro stessa terra, cultura, lingua, e altre fonti, portando alla negazione della loro umanità. Questa versione storica coloniale imposta ha poi portato alla loro decimazione, per mezzo di una spietata pulizia etnica e con la frammentazione della propria struttura sociale, della storia e della cultura.

In questo contesto, in effetti, le nuove affermazioni intrise di mito imposte dagli invasori sionisti Ashkenazita erano "contestate" e messe in discussione dalla popolazione indigena araba palestinese e dalla società. L’argomento del contenzioso erano chiaramente le malvagità sioniste ripetutamente commesse contro la popolazione locale palestinese araba. In precedenza, non esistono prove che i co-abitanti arabi ed ebrei palestinesi fossero in contrasto.

Coloro che cercano di spiegare il prolungato conflitto israelo-palestinese in termini di due "valide" storie tuttavia "contrastanti", stanno semplicemente cercando di trovare un’insostenibile giustificazione per l’imposizione del sistema e della struttura coloniale dell’Ashkenazita sionista. Questa è sempre stata contestata dagli arabi palestinesi che sono sempre stati, e continuano ad essere anche oggi, vittime di questa struttura e ideologia coloniale e da quegli ebrei, e altri, che sono arrivati a capire e provare la sconfinata malvagità di questa ideologia colonialista e razzista. Questo sistema non ha alcuna legittimità, eccetto quella della forza bruta e degli spietati meccanismi della soppressione.

La vera storia dei palestinesi arabi ed ebrei che convivono in terra palestinese prima dell’offensiva della Palestina da parte del colonialismo sionista europeo Ashkenazita, non è mai stata "contestata", eccetto da quelli che hanno usurpato i basilari diritti umani dei palestinesi indigeni. Il resto è un fracco di balle!

Originale da:
Palestine Think Tank-"Contested histories", "contested narratives": What kind of nonsense is this? Again it's a war of words and concepts!

Articolo originale pubblicato il 28 gennaio 2010



:: Article nr. s10620 sent on 01-mar-2010 15:30 ECT

www.uruknet.info?p=s10620

Link: www.tlaxcala.es/pp.asp?reference=9991&lg=it



:: The views expressed in this article are the sole responsibility of the author and do not necessarily reflect those of this website.

The section for the comments of our readers has been closed, because of many out-of-topics.
Now you can post your own comments into our Facebook page: www.facebook.com/uruknet




Warning: include(./share/share2.php): failed to open stream: No such file or directory in /home/content/25/8427425/html/vhosts/uruknet/colonna-centrale-pagina-ansi.php on line 385

Warning: include(): Failed opening './share/share2.php' for inclusion (include_path='.:/usr/local/php5_4/lib/php') in /home/content/25/8427425/html/vhosts/uruknet/colonna-centrale-pagina-ansi.php on line 385



       
[ Printable version ] | [ Send it to a friend ]


[ Contatto/Contact ] | [ Home Page ] | [Tutte le notizie/All news ]







Uruknet on Twitter




:: RSS updated to 2.0

:: English
:: Italiano



:: Uruknet for your mobile phone:
www.uruknet.mobi


Uruknet on Facebook






:: Motore di ricerca / Search Engine


uruknet
the web



:: Immagini / Pictures


Initial
Middle




The newsletter archive




L'Impero si è fermato a Bahgdad, by Valeria Poletti


Modulo per ordini




subscribe

:: Newsletter

:: Comments


Haq Agency
Haq Agency - English

Haq Agency - Arabic


AMSI
AMSI - Association of Muslim Scholars in Iraq - English

AMSI - Association of Muslim Scholars in Iraq - Arabic




Font size
Carattere
1 2 3





:: All events








     

[ home page] | [ tutte le notizie/all news ] | [ download banner] | [ ultimo aggiornamento/last update 02/02/2015 03:56 ]




Uruknet receives daily many hacking attempts. To prevent this, we have 10 websites on 6 servers in different places. So, if the website is slow or it does not answer, you can recall one of the other web sites: www.uruknet.info www.uruknet.de www.uruknet.biz www.uruknet.org.uk www.uruknet.com www.uruknet.org - www.uruknet.it www.uruknet.eu www.uruknet.net www.uruknet.web.at.it




:: This site contains copyrighted material the use of which has not always been specifically authorized by the copyright owner. We are making such material available in our efforts to advance understanding of environmental, political, human rights, economic, democracy, scientific, and social justice issues, etc. We believe this constitutes a 'fair use' of any such copyrighted material as provided for in section 107 of the US Copyright Law. In accordance with Title 17 U.S.C. Section 107, the material on this site is distributed without profit to those who have expressed a prior interest in receiving the included information for research and educational purposes. For more info go to: http://www.law.cornell.edu/uscode/17/107.shtml. If you wish to use copyrighted material from this site for purposes of your own that go beyond 'fair use', you must obtain permission from the copyright owner.
::  We always mention the author and link the original site and page of every article.
uruknet, uruklink, iraq, uruqlink, iraq, irak, irakeno, iraqui, uruk, uruqlink, saddam hussein, baghdad, mesopotamia, babilonia, uday, qusay, udai, qusai,hussein, feddayn, fedayn saddam, mujaheddin, mojahidin, tarek aziz, chalabi, iraqui, baath, ba'ht, Aljazira, aljazeera, Iraq, Saddam Hussein, Palestina, Sharon, Israele, Nasser, ahram, hayat, sharq awsat, iraqwar,irakwar All pictures

url originale



 

I nostri partner - Our Partners:


TEV S.r.l.

TEV S.r.l.: hosting

www.tev.it

Progetto Niz

niz: news management

www.niz.it

Digitbrand

digitbrand: ".it" domains

www.digitbrand.com

Worlwide Mirror Web-Sites:
www.uruknet.info (Main)
www.uruknet.com
www.uruknet.net
www.uruknet.org
www.uruknet.us (USA)
www.uruknet.su (Soviet Union)
www.uruknet.ru (Russia)
www.uruknet.it (Association)
www.uruknet.web.at.it
www.uruknet.biz
www.uruknet.mobi (For Mobile Phones)
www.uruknet.org.uk (UK)
www.uruknet.de (Germany)
www.uruknet.ir (Iran)
www.uruknet.eu (Europe)
wap.uruknet.info (For Mobile Phones)
rss.uruknet.info (For Rss Feeds)
www.uruknet.tel

Vat Number: IT-97475000150